check list SEO

E' meglio organizzarsi per pianificare al meglio e giorno per giorno il lavoro di web marketing? Non è necessario usare una complessa check list SEO per la vostra routine quotidiana, come faccio io. Tuttavia, vorrei convincervi che è una buona idea usare una check list per la vostra campagna di web marketing, non solo per gli smemorati, ma perché aiuta davvero. Infatti basta cercare su Google "check list web marketing" e si trova una check list per qualsiasi aspetto di marketing. Non tutte le check list sono uguali (adatte), quindi dovrete trovarne una che funzioni per voi. Ciò che conta è trovare il modo migliore e più efficiente per gestire la tua campagna di web marketing. Ma prima capire le ragioni per cui avete bisogno di una check list di web marketing, vediamo alcuni consigli. Per il web marketing di successo ci sono 4 tipi di liste.

Problem finding. Il web marketing è tutto nel trovare e risolvere i problemi e non è possibile correggere ciò che non hai trovato. Così una delle prime liste di controllo che si possono adottare è quella che vi aiuterà a trovare i problemi da risolvere. Questa potrebbe essere un elenco di strumenti necessari per eseguire l'analisi del vostro sito web e trovare i problemi comuni.

Problem Solving. Una volta che sai qual è il problema, va risolto. A volte la soluzione potrebbe non essere veloce e facile come si spera. Per esempio, le pagine web ottimizzate non sono state indicizzate dai motori di ricerca. Una lista di controllo della risoluzione problemi può aiutare molto.

How-To. Separo queste dalle liste di problem solving, perché a volte non si sta cercando di risolvere un problema, ma si cerca una soluzione. Ad esempio, si potrebbe desiderare una lista di controllo su come impostare un profilo Facebook o come ottimizzare un testo SEO.

To-Do. Le To-do list non ti dicono come fare le cose, ma ti dicono che cosa fare. Non possono essere dettagliate come le how-to list, ma spesso hanno una maggiore longevità. Poiché le tecnologie cambiano abbastanza velocemente, una lista di ottimizzazione SEO sarebbe vecchia dopo sei mesi; le cose da fare sono più o meno universali, con pochi cambiamenti di anno in anno.

Fare web marketing sui canali social richiede conoscenze tecniche, abilità comunicativa, esperienza e attitudine mentale. Siamo connessi grazie ai tre pilastri, conversazione, condivisione e interazione



I social media (Internet in generale) hanno cambiato il modo di cercare una casa, di comprare un'auto, di fare la spesa, di pianificare una vacanza, di selezionare un hotel. Prendiamo il Turismo. La fiducia associata alle review di TripAdvisor, in combinazione con la velocità con cui circola la comunicazione, significa che i social media sono probabilmente il più importante canale di web marketing per il sistema turismo, per le compagnie aeree, per gli hotel, per i TO. Prendiamo Facebook, che fornisce un'ottima e avanzata piattaforma di comunicazione per interagire con gli utenti. Avendo anche la possibilità di personalizzare una pagina Facebook, abbiamo un canale interessante di marketing, ma come e cosa scrivere per sfruttare le potenzialità di Facebook. Concordo con Giorgio Taverniti quando dice che i social network non sono strumenti, ma mondi di persone con le quali entriamo in relazione.

Il social media manager guida la pianificazione di una strategia di content marketing sui social media, insomma socializza in rete secondo la strategia di comunicazione che concordi.

La comunicazione è un elemento ovviamente fondamentale per il sito web ed è il tuo miglior investimento di web marketing. Una buona comunicazione sul tuo sito web mette l'utente a proprio agio e gli fa trovare ciò che cerca.

comunicazione web

Indipendentemente dalla tipologia di sito web, turistico, un blog, aziendale, e-commerce, lo studio di comunicazione è una necessità primaria. Mi capita spesso di entrare in siti web aziendali e non capire cosa propongono, in siti di hotel e non sapere dove si trovano, in siti di e-commerce e non trovare i costi di spedizione. In effetti sembra assurdo, perchè un sito web nasce dalla necessità di comunicare, è un biglietto da visita su cosa si fa o si vende o dove siamo. Queste informazioni devono essere a disposizione chiaramente in un paio di righe, perchè la navigazione web è veloce e le persone vogliono capire in fretta. Per creare un contenuto coinvolgente metti le persone al centro della tua strategia di web marketing.

Spiegare cosa si fa in modo chiaro, con un lessico comprensibile e non tecnico (se non estremamente necessario). Essere molto più brevi di questo post! Ricordiamo che la comunicazione è un fine e l'usabilità del sito web è lo strumento. Spesso la cattiva usabilità (cattiva organizzazione dei contenuti, cattiva navigazione) di un sito determina una comunicazione complessa. Una strategia di comunicazione adeguata consente di valorizzare prodotti e servizi ed è chiaro che internet offra grandi opportunità. 

Perchè comunicare bene?
Per produrre interesse, coinvolgere, spingere a interagire.



Consideriamo che oltre il 20% di tutte le ricerche su Google sono indirizzate a trovare cose nelle vicinanze. Se non disponi di una pagina Google My Business hotel e non compari sulle mappe e nella parte destra delle ricerche geo localizzate di Google, il tuo hotel sta perdendo clienti. Google My Business è un canale pubblicitario di vitale importanza per gli hotel. Compilare bene la scheda hotel, mettere le foto della facciata, tenere aggiornati i campi supplementari, non mettere frasi a caso, ma parole specifiche e controllare ogni tanto su Google Maps, sono proprio le indicazioni di minima. Nel completare i campi supplementari bisogna essere concisi, ad esempio scrivere "Servizi: concierge, internet wi-fi gratuito" e non "I servizi che offriamo sono portineria e connessione internet wireless gratuita". Sfruttate i link di Google che permettono di avere un collegamento diretto alle pagine del sito web dell'hotel, alla pagina delle indicazioni stradali o alla galleria fotografica.

Una buona attività di posizionamento nasce solo da testa e mani affidabili. Lavoro da anni con esperienza al posizionamento di siti web e l'affidabilità la certificano i risultati. Spiego sempre il mio metodo di lavoro e lavoro senza trucchi per portare visitatori sul tuo sito web. Il posizionamento puro (organico) del sito web su Google, Yahoo, Bing, MSN, Lycos, Excite e Alta Vista passa per l'ottimizzazione SEO dei contenuti, sul layout, sul codice delle pagine e sull'autorevolezza del dominio. Da Cagliari in Sardegna, offriamo convenienti servizi di SEO sul tuo sito web, utilizzando solo tecniche lecite, di ottimizzazione web, per raggiungere e mantenere i primi 10 posti per il tuo business on line.



Il mio primo obiettivo di web marketing per un hotel è farlo crescere, senza false illusioni. La chiarezza sulle possibilità di crescita, sulle potenzialità, sui miglioramenti fattibili e sul massimo ritorno per il budget sono il mio metodo di lavoro. So come portare clienti nel tuo hotel anche con un piccolo budget di web marketing, dalle campagne di Google Adwords, al content marketing o alle attività sui social media. Il sito dell'hotel è un canale di contatto/vendita che va gestito bene e non basta di certo inserire un booking engine per disintermediare. Ricorda albergatore che vendere direttamente non significa fare guerra alle OTA. La mia consulenza è a 360 gradi, per analizzare tutto il tuo business on line e pianificare una strategia di presenza sul web, che abbia un fine e degli obiettivi.

In assoluto non esiste un'azione migliore dell'altra. Esiste la strategia adatta, la pazienza, la costanza e la programmazione, anche con piccoli budget dell'hotel. Mi piace parlare di budget e dare consigli su come ottimizzarlo per ottenere risultati nel breve periodo, perchè utilizzo un metodo di lavoro agile e ricorsivo per restringere al massimo il tempo fra l'analisi e l'azione su sito web dell'hotel. Diffidate di chi parte a mille e di chi fa piani analitici quinquennali, ci vuole equilibrio.



I link sono le strade per muoversi tra le pagine e tra i siti, ma non tutti i collegamenti ipertestuali sono uguali. Alcuni Link aiutano a migliorare il posizionamento, alcuni no, altri portano traffico (che è diverso dal posizionamento). Attraverso delle  analisi qualitative e quantitative, i motori di ricerca scoprono come le pagine sono collegate, in quale modo e con quale peso. Dal 1998 Google ha utilizzato i links come voti sull'importanza di un sito web. I motori nel tempo hanno perfezionato gli algoritmi per creare sfumature di valutazione sui web link. Per fare link building i vari backlink al tuo sito vanno valutati per attinenza, autorevolezza del dominio, varietà dell'IP, tasso di crescita del numero, velocità di acquisizione, anchor text, contestualizzazione dell'anchor text, attributo no-follow. Ecco perché alla base di una buona attività di link building c’è il lavoro di un esperto SEO.

Vediamo di capire come cercare link affidabili per il tuo sito web, perchè determinano la popolarità di un sito, ma anche altre metriche, come la domain authority, la fiducia, lo spam e l'affidabilità.

inviare email

Il mio presupposto è che l'e-mail marketing non è superato, ma va fatto bene e soprattutto deve essere Direct E-mail Marketing (DEM), ovvero mirato al cuore dell'utente. Il sito web di un hotel (o di un museo, settore di cui mi sto occupando ultimamente) deve aver una raccolta indirizzi per la newsletter e per sicurezza consiglio di utilizzare piattaforme terze di email marketing, che consentono un servizio potente e sicuro (ad es. MailChimp, Mailforce, MailPro). Newsletter si, SPAM no. Ricorda che tutti odiano essere invasi da email di spam, quindi prima di fare una campagna di DEM, pensa a come interessare i destinatari. Tutti riceviamo newsletter quotidiane e la percentuale di apertura e lettura è molto bassa. Perchè? Semplice, sono brutte e non ci interessano, a me personalmente aprire una newsletter Amazon, mi piace. Fidati di me, l'email marketing è a un punto di svolta. Nella mia esperienza di lavoro con vari marchi, l'email marketing rimane ancora l'ultima frontiera di lead generation e una buona tecnica di vendita nel content marketing.

L'email marketing non è un'opzione. Sì, puoi decidere di generare contatti tramite Facebook Ads, Google AdWords o altri PPC, ma si deve continuare a costruire relazioni dirette con il pubblico e vedrai che Social Media e Newsletter sono complementari per il tuo scopo finale. L'unico scopo di inviare email di follow-up o newsletter è quello di costruire un rapporto forte con gli utenti, promuovere il tuo prodotto e ottenere nuovi clienti e se hanno indicato interesse alla tua offerta,  iscrivendosi alla tua newsletter, il gioco è ancora più facile.

Google+ Business è l'ultima incursione di Google nel social. Partiamo dal presupposto che Google ha provato a costruire social network in tutti i modi (anche astrusi) e che i social rimangono una delle strategie di web marketing, che produce i migliori risultati col minimo investimento. Ovviamente è possibile utilizzare la rete dei social media per promuovere l'hotel. Per gli hotel, la pagina Google+ Business aiuterà a mantenere un contatto diretto con i clienti ed i curiosi, che possono mandare un apprezzamento con un +1 o aggiungere il tuo hotel alla loro cerchia di amicizie.

La Pagina Google+ Business è una pagina staccata da un classico profilo Google+, ma amministrata con quell'account. È possibile creare e condividere post e costruire una rete di contatti, niente di nuovo, ma serve per aumentare credibilità (domain authority).

Google+ Business VS Google+ Local
Ovviamente si può condividere e creare community con entrambe. Vediamo le differenze.

Tutte gli hotel sono all'interno delle OTA, ma oltre agli inevitabili costi di commissione, essere presenti sui portali turistici porta un altro problema collaterale, legato all’aumento degli hotel competitor sulla pagina dei risultati di ricerca di Google.



Avviene che hotel e intermediario OTA competano sulla stessa chiave di ricerca, spingendo verso l'alto il costo del clic. Albergatore non fare da solo, perchè nella migliore delle ipotesi butti soldi in quanto la qualità e l'investimento di un portale è superiore alla tua. Occorrerebbe un strategia PPC win-win per l'hotel in quanto uscire dalle OTA o non fare Adwords porta grossi danni. Ti posso aiutare a trovare il punto di equilibrio. La gestione ottimizzata di una campagna Adwords (o PPC in genere) porta un ROI più alto, un migliore sfruttamento del budget e traffico davvero targettizzato. Adwords consente all'hotel di inserire un annuncio anche prima delle OTA grazie al principio di pertinenza e di avere una posizione ottimale per convertire utenti in prenotazioni. Ti do alcuni consigli semplici su cui possiamo lavorare:

  • Le bibbie Adwords per hotel che trovi su Internet al 90% dicono cose ovvie 
  • Non fidarti degli amici degli amici, combinano danni
  • Poni degli obiettivi sensati
  • L'analisi delle keywords è fondamentale
  • Registra il tuo marchio e lavora sulle keyword di brand
  • Adwords può fare tanto, ma senza un buon sito web serve a poco

Gestisco Google AdWords per diversi clienti e spesso capita di entrare in corsa in situazioni davvero estreme, per risolvere situazioni critiche. Adwords è uno strumento complesso con tantissime opzioni, che vanno adattate la caso specifico. Ogni hotel è un caso a sè e non esiste la ricetta che va bene per tutti, in quanto gli obiettivi possono essere differenti e anche il budget a disposizione.